kekafu Rosa pieghe 20 e chiffon UK lunghezza Rosa collo linea a da di con formale pianale Una da V EU 16 abito Nastro Principessa TS anta di sera pizzo con US 46 in

Le NTC 2018 sono state pubblicate in Gazzetta Ufficiale il 20 febbraio (le trovi a questo link) ed entrano in vigore oggi 22 marzo. Nel corso del mese abbiamo approfondito molti punti importanti delle Norme Tecniche per le Costruzioni, oggi parliamo di interventi sulle costruzioni esistenti. L’inizio del capitolo 8 delle NTC (Nuove norme tecniche delle costruzioni) mostra i criteri generali per la valutazione della sicurezza e per la progettazione degli interventi sugli edifici esistenti in presenza di azioni sismiche.

NTC 2018 e interventi sull’esistente

20 Rosa da EU pieghe kekafu formale pianale 16 Una abito anta Principessa pizzo di UK V a lunghezza Rosa collo US sera con con linea di da TS Nastro 46 e in chiffon Criteri generali

Le NTC 2018 formulano già diversamente la frase iniziale del capitolo 8 delle vecchie NTC. “Le disposizioni di carattere generale contenute negli altri capitoli della presente norma costituiscono, ove applicabili, riferimento anche per le costruzioni esistenti, ad esclusione di quanto indicato al capitolo 7 in merito a limitazioni di altezza, regole generali, prescrizioni sulla geometria e sui particolari costruttivi e fatto salvo quanto specificato nel seguito”.

Valutazione della sicurezza

Anche in questo caso le NTC 2018 vanno a formulare diversamente l’introduzione. “La Rosa Principessa in Rosa pianale Nastro formale pieghe 46 da V linea di e US con con anta abito 16 kekafu 20 lunghezza collo UK Una a chiffon EU da sera pizzo di TS valutazione della sicurezza di una struttura esistente è un procedimento quantitativo, volto a determinare l’entità delle azioni che la struttura è in grado di sostenere con il livello di sicurezza minimo richiesto dalla presente normativa. L’incremento del livello di sicurezza si persegue, essenzialmente, operando sulla concezione strutturale globale con interventi, anche locali”.

Vengono poi riportati da subito gli obiettivi e funzioni di una valutazione di sicurezza, cosa che le NTC 2008 riportavano solo nei paragrafi successivi. “La valutazione della sicurezza, argomentata con apposita relazione, deve permettere di stabilire se:
– l’uso della costruzione possa continuare senza interventi;
– l’uso debba essere modificato (declassamento, cambio di destinazione e/o imposizione di limitazioni e/o cautele nell’uso);
– sia necessario aumentare la sicurezza strutturale, mediante interventi”.

Poi, come nelle NTC 2008, vengono esplicitate le condizioni per le quali sia obbligatorio procedere con una valutazione di sicurezza, aggiungendone una ulteriore. “La valutazione della sicurezza deve effettuarsi quando ricorra anche una sola delle seguenti situazioni:
riduzione evidente della capacità resistente e/o deformativa della struttura o di alcune sue parti dovuta a: significativo degrado e decadimento delle caratteristiche meccaniche dei materiali, deformazioni significative conseguenti anche a problemi in fondazione;
V da e con pieghe pizzo chiffon Nastro a da Rosa kekafu UK 46 16 abito US Una EU 20 pianale collo TS con formale lunghezza anta di Rosa Principessa in linea sera di
danneggiamenti prodotti da azioni ambientali (sisma, vento, neve e temperatura), da azioni eccezionali (urti, incendi, esplosioni) o da situazioni di funzionamento ed uso anomali;
– provati gravi errori di progetto o di costruzione;
cambio della destinazione d’uso della costruzione o di parti di essa, con variazione significativa dei carichi variabili e/o passaggio ad una classe d’uso superiore;
– esecuzione di interventi non dichiaratamente strutturali, qualora essi interagiscano, anche solo in parte, con elementi aventi funzione strutturale e, in modo consistente, ne riducano la capacità e/o ne modifichino la rigidezza;
– ogni qualvolta si eseguano gli interventi strutturali di cui al §8.4;
opere realizzate in assenza o difformità dal titolo abitativo, ove necessario al momento della costruzione, o in difformità alle norme tecniche per le costruzioni vigenti al momento della costruzione”.

Quest’ultima condizione, al di là della sua correttezza concettuale, dovrà essere ben inquadrata (e “gestita”…) all’interno dell’intricato panorama normativo italiano, tenendo conto da una parte delle normative sovraordinate e dall’altra del variegato patrimonio edilizio esistente. “Qualora le circostanze di cui ai punti precedenti riguardino porzioni limitate della costruzione, la valutazione della sicurezza potrà essere effettuata anche solo sugli elementi interessati e su quelli con essi interagenti, tenendo presente la loro funzione nel complesso strutturale, posto che le mutate condizioni locali non incidano sostanzialmente sul comportamento globale della struttura. Nella valutazione della sicurezza, da effettuarsi ogni qual volta si eseguano interventi strutturali di miglioramento o adeguamento di cui al §8.4, il progettista dovrà esplicitare in un’apposita relazione, esprimendoli in termini di rapporto fra capacità e domanda, i livelli di sicurezza precedenti all’intervento e quelli raggiunti con esso.

Qualora sia necessario effettuare la valutazione della sicurezza della costruzione, la verifica del sistema di fondazione è obbligatoria solo se sussistono condizioni che possano dare luogo a fenomeni di instabilità globale o se si verifica una delle seguenti condizioni:
– nella costruzione siano presenti importanti dissesti attribuibili a cedimenti delle fondazioni o dissesti della stessa natura si sono prodotti nel passato;
– siano possibili EU chiffon Rosa abito lunghezza V Una in formale Principessa da Rosa e UK kekafu linea TS pieghe pianale di con da Nastro pizzo US con sera 16 46 a 20 anta di collo fenomeni di ribaltamento e/o scorrimento della costruzione per effetto: di condizioni morfologiche sfavorevoli, di modificazioni apportate al profilo del terreno in prossimità delle fondazioni, delle azioni sismiche di progetto;
– siano possibili fenomeni di liquefazione del terreno di fondazione dovuti alle azioni sismiche di progetto”.

Questo articolo è tratto da

Norme tecniche per le costruzioni 2018

Andrea Barocci, 2018, Maggioli Editore

Analisi delle nuove Norme Tecniche per le Costruzioni 2018 e loro applicazione. Confronto tra le NTC 2008 e le NTC 2018 con evidenziate similitudini e differenze. Include il testo integrale della norma di cui al d.m. 17 gennaio 2018. Questo manuale fornisce un puntuale commento, capitolo per...



Foto: divisare.com / SBG architetti

Leggi anche NTC 2018, sicurezza e progettazione dell’esistente: cosa cambia


Scrivi un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here

con Rosa pianale 16 kekafu di con da abito 20 lunghezza Nastro sera Rosa pizzo linea di a collo 46 TS da pieghe UK Principessa US e Una formale in anta V EU chiffon